Il microscopio confocale

Il microscopio confocale
  • WEI-LUONG Nero di alta qualità Microscopio stereo trinoculare TRINOCURAL TRINOCOPE 8X-50X TRINOCULARE CONFOCAL CONFOCIFICAZIONE ZOOM Utensili
    WY-Plugin-Start Commodity . Microscopio stereo trinoculare Microscopio 7x-45X ingrandimento zoom continuo + telecamera microscopio USB HDMI 14MP per riparazione per FOR iphone PCB $ 332,99 I nostri prodotti sono venduti in tutto il mondo e sono molto apprezzati.Abbiamo standard di qualità molto elevati per i nostri prodotti, se avete domande sui nostri prodotti, ti preghiamo di contattarci.Risponderemo entro 24 ore.
  • IRRIGAZIONE NATURALE DELLE RADICI - QUANDO IL MONDO DIVENTA BIO: Efficacia antimicrobica di CASEWAPPLE & GUAVA LEAF EXTRACTS contro E.faecalis uno studio microscopico confocale invitro

I microscopi confocali utilizzano la tecnologia di scansione laser e lo screening ottico per creare immagini dettagliate di tessuti o oggetti campione. Brevettato per la prima volta come idea nel 1957 da Marvin Minsky dopo la sua impresa di costruire il primo microscopio confocale nel 1955.

Fonte: https://il-mio-microscopio.info

Tuttavia, ci è voluto del tempo perché la tecnologia avanzasse per sfruttare appieno il potenziale di questi microscopi. Il flash forward al 2019 e i microscopi confocali sono un vero e proprio punto fermo in qualsiasi università o struttura di ricerca che studia le strutture delle molecole biologiche.

Vantaggi

Il primo grande vantaggio dei microscopi confocali è il livello di dettaglio che si può ottenere. Con una risoluzione orizzontale già impressionante di 0,2 micron e una risoluzione verticale di 0,5 microscopi confocali, insieme ai microscopi a deconvoluzione, possono rompere il limite di risoluzione.

Per capire come ciò sia possibile, è importante avere una semplice comprensione di come funzionano i microscopi confocali. Come con il microscopio a campo largo convenzionale, i confocali funzionano utilizzando una serie di specchi, tuttavia, sono separati in quanto utilizzano un fascio di elettroni focalizzati che sono puntati con precisione sul campione in studio.

La parte mirata del campione sarà stata marcata in modo fluorescente prima di essere montata e fissata su un vetrino del microscopio. Queste proteine fluorescenti sono eccitate dal fascio di elettroni, che le fa emettere luce. Questa luce viene poi percepita da uno specchio dicromico (noto anche come dicromatico) all’interno della camera del microscopio, che la dirige verso un tubo fotomoltiplicatore.

Per concludere, prima che questa luce possa essere ricevuta dal fotomoltiplicatore, la luce viene schermata attraverso un foro stenopeico, mentre l’altra luce prodotta dal campione (che si trova al di fuori del piano focale osservato o è fuori fuoco) viene respinta con un foglio di schermatura. I fotoni che passano attraverso l’apertura del foro stenopeico vengono ingrandite nel fotomoltiplicatore e il segnale viene percepito da un computer.

Leggi anche: Fattori d’acquisto per l’avviatore batteria

admin

Articoli correlati

Read also x